News

Nadia Bombelli: “Sento di aver imparato tanto e non solo una tecnica.”

nadia bombelliMasterclass:   Dare corpo alla propria voce

Ho iniziato 3 anni fa, con poca esperienza di lezioni di canto.
Volevo imparare a usare la voce con un po’ di sicurezza per cantare, cosa che amo da sempre.
Ero aperta a una nuova esperienza.

Mi sono trovata in un percorso di ricerca appassionante, che richiede di mettersi in gioco con sincerità, per arrivare a scoprire le potenzialità della propria voce e la ricchezza delle possibilità espressive di ognuno.

Il lavoro è individuale ma si completa con un fecondo e divertente scambio con gli altri, che partecipano attivamente alla lezione di ognuno.
Insieme a questi compagni di avventura, ogni volta c’era una sorpresa, si compiva un piccolo miracolo di consapevolezza che andava a rendere  il corpo più presente, la voce più piena, l’interpretazione più sentita.

Sento di aver imparato tanto e non solo una tecnica.

SuonoInCerchio

Quando cercavo di spiegare, agli amici che non lo conoscevano, cosa fosse il CantoInCerchio, di solito cominciavo così…

…dunque…c’è un gruppo di “coristi” che non cantano delle canzoni, non hanno spartiti e non stanno fermi, ma si muovono tutti a un ritmo di base. Sono divisi nelle sezioni vocali di un normale coro, ma non sono un coro normale.
C’è un maestro, diciamo un “direttore di coro”, un po’ pazzo, che si inventa lì per lì dei suoni o delle frasi di “vocalizzi” che affida di volta in volta ad ogni sezione.
I “cantanti” dela sezione continuano a ripetere la prpria frase con lo stesso ritmo fino alla prossima proposta del maestro.

…di solito a questo punto mi guardavano come se stessi raccontando una roba da matti suonati!

Devo dire che, se non son matti non li vogliamo… però l’effetto d’insieme di questa “orchestra di voci” è sorprendente, si possono intuire atmosfere singolari, inaspettate che vanno dal canto gregoriano al jazz, dalle sonorità dell’Africa a quelle del Giappone.

In questi anni ci siamo divertiti a ricreare questi suggestivi percorsi sonori e ne abbiamo fatto anche uno molto originale ispirato ai Pianeti, che si è svolto al buio.

Nadia Bombelli